Rowenta Clean&Steam: una scopa elettrica che lava i pavimenti!

[Voti: 2    Media Voto: 5/5]

 

Tra le tante e diverse scope elettriche disponibili sul mercato, una di quelle che abbiamo giudicato più interessanti è la scopa Rowenta Clean&Steam, una scopa particolare e, per certi versi, differente rispetto alle concorrenti.

rowenta clean steam

Si distingue, infatti, per non essere semplicemente una “scopa”, quindi un elettrodomestico basato sull’aspirazione, ma per avere a disposizione anche la funzione di lavaggio dei pavimenti con il vapore; in pratica un prodotto 2 in 1, a fronte di un costo di poco più alto rispetto alla media delle scope elettriche.

Di seguito abbiamo analizzato le sue interessanti caratteristiche e vi riportiamo i risultati delle nostre prove, con il nostro giudizio sul prodotto.

Clicca qui per vedere l’offerta migliore per questa scopa elettrica

Offerta
Rowenta Clean & Steam Scopa Elettrica e Lavapavimenti senza Sacco
764 Recensioni
Rowenta Clean & Steam Scopa Elettrica e Lavapavimenti senza Sacco
  • Tecnologia ciclonica
  • Spazzola di aspirazione: Dual Clean & Steam
  • Tempo di riscaldamento: 30 sec
  • Impostazioni vapore: min/medio/max

Caratteristiche principali:

  • Alimentazione: Filo
  • Raccolta dello sporco: Contenitore
  • Capacità raccolta sporco: circa 0,7 litri
  • Peso: 5,4 Kg
  • Potenza: 1700 Watt
  • Voltaggio batteria: /
  • Potenza di aspirazione: n.d.
  • Vapore: Si
  • Lavaggio pavimenti: Si
  • In piedi da sola: Si
  • Lunghezza cavo: 7,5 m
  • Accessori inclusi: No (salvo il Kit panni, accessorio)

Rowenta Clean&Steam: struttura e design

La struttura esterna della scopa appare un po’ più massiccia rispetto a quella di altri prodotti, e questo è chiaro se si considera che ha più funzioni che richiedono, necessariamente, meccanismi di funzionamento più voluminosi. Nonostante questo, sorprende la maneggevolezza di questo elettrodomestico.

Iniziando dall’alto, la scopa ha il manico, che si può utilizzare senza problemi con una sola mano, e due pulsanti: uno, da premere, serve per accenderla ed è di colore arancione, mentre il secondo è di colore azzurro e serve a far partire e a bloccare, spostando un dito, l’aspirazione. Subito sotto si può scegliere la velocità attraverso i tre piccoli pulsanti centrali.

rowenta clean steam manico

Proseguendo verso il basso, notiamo la parte più massiccia della scopa, quella che contiene anche il contenitore per lo sporco. Un contenitore molto capiente, che si svuota con facilità; subito sotto c’è poi il motore di aspirazione, che si trova all’interno.

Nonostante l’aspetto massiccio, e il peso piuttosto alto la scopa è ben maneggevole; non ha nemmeno difficoltà ad entrare tra i mobili o lateralmente ai divani, perché contrariamente a quanto si potrebbe pensare è molto più d’ingombro la spazzola finale, quella che tocca il terreno, che non la parte centrale.

Clicca qui per vedere l’offerta migliore per questa scopa elettrica

Offerta
Rowenta Clean & Steam Scopa Elettrica e Lavapavimenti senza Sacco
764 Recensioni
Rowenta Clean & Steam Scopa Elettrica e Lavapavimenti senza Sacco
  • Tecnologia ciclonica
  • Spazzola di aspirazione: Dual Clean & Steam
  • Tempo di riscaldamento: 30 sec
  • Impostazioni vapore: min/medio/max

Scendendo quindi fino in fondo, scopriamo la struttura della spazzola.

Troviamo la doppia funzione, aspirare e lavare al vapore, che è così strutturata: la parte che tocca il pavimento per prima è quella che aspira il pavimento, seguita poi dalla parte che lava, con il panno caldo inumidito. In coda c’è un’altra parte che aspira, che serve a seguire il movimento normale, avanti e indietro, dell’aspirapolvere: sia che la spingiamo in avanti che torniamo indietro il pavimento sarà sempre aspirato prima di passare al lavaggio, così da non sporcare il panno e non lasciare sporco attaccato al pavimento.

Rowenta Clean&Steam: la nostra prova

Sono disponibili due versioni dell’aspirapolvere, e una delle due comprende il kit dei panni per il lavaggio, l’altra invece non ce l’ha. Noi abbiamo provato la versione con i panni di ricambio che, anche per la piccola differenza di spesa, consigliamo di acquistare per non trovarsi con un solo panno; del resto, chi acquista questa scopa lo fa soprattutto per il lavaggio dei pavimenti, altrimenti per una serie di motivi (costo minore, maneggevolezza maggiore) è indicato pensare ad altri prodotti, diversi da questo.

La fase preparatoria è molto semplice, in quanto è sufficiente riempire d’acqua il serbatoio dell’acqua che produrrà il vapore, mettere il panno sulla spazzola e collegare la corrente. Attenzione che per poter lavare queste operazioni vanno fatte circa mezz’ora prima dell’inizio effettivo della pulizia, altrimenti non ci sarà il tempo per trasformare l’acqua in vapore.

Se il serbatoio è vuoto, perché l’acqua è finita o perché non lo abbiamo riempito (vogliamo solo aspirare) la scopa lo capirà ad attiverà solamente la funzione di aspirazione.

Accendendo la scopa si può iniziare a passare, con il pavimento che verrà prima aspirato dalle bocchette esterne, poi lavato dal panno caldo inumidito dal vapore. In questa fase abbiamo giudicato soprattutto due caratteristiche importanti:

  • La maneggevolezza: nonostante la scopa elettrica sia pesante quasi il doppio rispetto alla concorrenza (peso dovuto alla presenza del motore della caldaia e alla presenza dell’acqua, che di per sé ha un peso non indifferente) e non sia quindi semplice da spostare, quando si usa risulta molto maneggevole. La spazzola scorre bene sul pavimento, e si utilizza senza difficoltà anche con una sola mano, contrariamente a quanto si potrebbe pensare.
    Altrettanto comoda la possibilità di stare in piedi da sola, anche se è presente un gancio a muro, mentre il cavo è così lungo che (con un minimo d’attenzione per non trascinare le sedie) non risulta un ostacolo alla normale pulizia.
  • La qualità dell’aspirazione e del lavaggio: quando utilizzati insieme, queste due funzioni non sono il massimo, come avremmo potuto aspettarci. Succede, probabilmente, che il vapore arriva sul pavimento per diffusione rispetto al getto d’aria aspirante, e così lo sporco rimane attaccato al pavimento e va a sporcare il panno, che dopo poco va cambiato. Certo, nulla di impressionante, però si ottiene un risultato migliore se prima si aspira, poi si attiva il vapore e si ripassa con la spazzola per lavare il pavimento.

Clicca qui per vedere l’offerta migliore per questa scopa elettrica

Offerta
Rowenta Clean & Steam Scopa Elettrica e Lavapavimenti senza Sacco
764 Recensioni
Rowenta Clean & Steam Scopa Elettrica e Lavapavimenti senza Sacco
  • Tecnologia ciclonica
  • Spazzola di aspirazione: Dual Clean & Steam
  • Tempo di riscaldamento: 30 sec
  • Impostazioni vapore: min/medio/max

Interessante è il fatto che, grazie al vapore, non ci sia necessità di utilizzare il detersivo come invece avviene con gli spazzoloni non elettrici, ed è utile anche il fatto che si possa mettere l’acqua del rubinetto (non quella distillata, come nel ferro da stiro) senza che si subiscano danni nel lungo periodo.

Per il resto, la pulizia è semplice e molto veloce, e anche se utilizziamo la scopa elettrica in due momenti distinti, uno per l’aspirazione e uno per il lavaggio, risulta comodo avere un solo elettrodomestico e non due diversi. L’operazione di lavaggio, poi, è molto meno faticosa con questa scopa che non con i metodi “tradizionali” in cui il pavimento oppone una certa resistenza.

Rowenta Clean&Steam: Giudizio Finale

Il giudizio finale riguardo a questa scopa elettrica è, in generale, buono, anche se rispetto agli altri bisogna considerare che, almeno in parte, si tratta di un elettrodomestico un po’ diverso da quelli a cui siamo abituati.

Per prima cosa bisogna considerare un costo maggiore (circa il doppio, rispetto alla media) delle altre scope elettriche, dovuto chiaramente alla tecnologia ulteriore che si trova in questo prodotto. Insieme c’è da tenere presente appunto la funzione di lavaggio dei pavimenti, che permette di avere in pratica due prodotti in uno.

Dal punto di vista dell’aspirazione, per paragonarla ad altre scope elettriche, i risultati sono davvero buoni anche se l’impossibilità di smontare le sue parti “trasformandola” in un aspirabriciole o in un aspiratore di altro tipo la limita, rendendola di fatto un prodotto adatto ai soli pavimenti, dove altri possono essere utili anche in altri ambiti (materassi, tende, divani…).

Riguardo al lavaggio, probabilmente non c’è una soluzione migliore perché con il vapore ad alta temperatura si raggiungono risultati davvero ottimi, addirittura migliori di quelli che raggiungeremmo con uno straccio tradizionale. Il pavimento, inoltre, oltre che pulito è anche igienizzato, perché batteri e parassiti (ad esempio quelli cutanei degli animali domestici) rimangono distrutti dall’alta temperatura del vapore.

Nel complesso, quindi, se ci interessa un prodotto per il lavaggio dei pavimenti e per ridurre il tempo impiegato per le operazioni di aspirazione e lavaggio è sicuramente la scopa elettrica da prendere in considerazione, magari nella versione con il kit dei panni di ricambio se utilizziamo aspirazione e lavaggio insieme (perché tendono a sporcarsi abbastanza in fretta).

Se, invece, siete interessati ad una scopa elettrica tradizionale meno costosa, più leggera, più versatile ma senza (ovviamente) la funzione di lavaggio, non state leggendo la recensione del prodotto giusto, e vi rimandiamo pertanto alle recensioni degli altri prodotti di cui abbiamo parlato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *